Azioni sul documento
logo museo napolibeniculturali
immagine
I gioielli del passato
Clicca sull'immagine per ingrandire

A partire dall'VIII secolo a.C. i Greci iniziarono a fondare una serie di colonie lungo le coste ioniche dell'Italia meridionale. Taranto,  Metaponto, Sibari, Crotone, Locri, Velia e Terina furono fra i principali centri di questa grande area colonizzata denominata Magna Grecia.
La filosofia, la letteratura e l'arte del mondo greco influenzarono in maniera evidente le attività artistiche e culturali di queste colonie, che diedero vita ad espressioni raffinate. In un clima culturale così vivace l'oreficeria trova la sua massima espressione e una grande diffusione. Le materie prime (oro, pietre dure ed ambra in particolar modo) erano fornite dai fiorenti traffici del Mediterraneo e la produzione dei gioielli era garantita dalla grande abilità degli artigiani locali.
Il periodo di massimo splendore è quello compreso tra la fine del IV e il II secolo a.C. Il principale centro di produzione e diffusione fu Taranto che, come testimoniano le fonti letterarie, era un vivacissimo centro artistico e culturale. I principali prodotti dell'oreficeria tarantina provengono dalle necropoli di Taranto e dai centri indigeni inseriti nella sua sfera commerciale, ma anche dalle aree della Campania, dell'Etruria e del Piceno. Tra gli oggetti prodotti un ruolo preponderante hanno le collane, gli orecchini, i bracciali e gli anelli, ma anche i diademi e le corone in rapporto al ruolo che questi oggetti hanno nel culto dei morti e nel costume funerario. L'arrivo della dominazione romana segna un brusco tracollo per l'oreficeria, segno di una decadenza economica e politica di tutte le colonie magnogreche.

Ulteriori informazioni
Bibliografia:

Gli ori di Taranto in eta ellenistica, presentazione di Ettore M. De Juliis, Milano, 1984

Guzzo Pier Giovanni, Oreficerie dalla Magna Grecia. Ornamenti in oro e argento dall'Italia meridionale tra l'VIII e il I secolo, Taranto, 1993

Pugliese CarratelliI, a cura di, I greci in Occidente: la tradizione filosofica, scientifica e letteraria: dalle collezioni della Biblioteca Marci, Venezia, 1996

« giugno 2017 »
do lu ma me gi ve sa
123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930
 

Comunità Europea Interreg Italia-Albania Regione Puglia Ministria e turizmit, kultures, rinise dhe sporteve Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Puglia Tecnopolis Novus Ortus

Questo sito è conforme ai seguenti standard:

Sezione 508 WCAG
XHTML valido CSS valido
Consultabile con qualsiasi browser